Un posto speciale

Enrico Colacillo Nuovo Paradigma

Qualche giorno fa stavo parlando con una bella persona dei problemi di un territorio. Sai quando si dice che in Italia avremmo tutto ma non lo sappiamo valorizzare? Ecco, un discorso del genere ma su una zona più circoscritta.

Ci si interrogava su come fosse possibile da una parte attirare più turisti, dall’altra parte responsabilizzare i locali, renderli parte attiva di questo ipotetico cambiamento.

Mi è stato quindi proposto di valutare diverse tecniche di Promozione, di Comunicazione, di Marketing, per raggiungere il target individuato e convincerlo ad aprire il portafogli in questo territorio.

Qui torniamo al solito approccio di vendita push che non gradisco, perché implicitamente stiamo dicendo che non c’è valore in quello che vogliamo offrire, quindi dobbiamo spingere qualcuno a comprare in qualche modo, altrimenti non lo farà.

Preferisco invece pensare a quando, senza che nessuno mi abbia spinto a farlo, spontaneamente, ho preso la bici, la macchina, il treno, l’aereo, e sono andato in qualche posto per il semplice piacere di andarci.

È stato allora che abbiamo cominciato a discutere su cosa significhi essere in un posto speciale. Cosa rende un posto speciale? Cosa ti offre perché tu abbia voglia di raccontarlo ai tuoi amici? Di portarci la tua famiglia? Di passarci del tempo? E quindi, implicitamente, di spenderci anche parte del tuo denaro?

Un posto speciale può essere una casa abitata da belle persone, un albergo dove siamo stati coccolati, un parco che profuma di fiori a primavera, la nostra spiaggia preferita, ma anche un’azienda, un luogo di lavoro. Qualsiasi cosa può essere speciale, e questa è davvero una cosa meravigliosa. Ma cosa fa davvero la differenza tra la normalità e quel luogo?

Noi ci siamo risposti così: l’intenzione di chi gestisce quel posto, di renderlo un posto speciale.

Da questa ferma intenzione puoi vedere tutti gli effetti: i fiori alle finestre, il giardino curato, una tavola imbandita in cui giocano i colori e i profumi più allettanti, una spiaggia pulita, strutture ben tenute, offerte su misura, con prezzi corretti e un buon servizio, un luogo in cui si sta bene, e si vede subito, si sente benissimo. Di nuovo, l’estetica comunica l’etica.

Credo che ognuno di noi abbia tenuto nel proprio cuore almeno un posto speciale, dove non vede l’ora di ritornare, escludendo i luoghi in cui abbiamo ricordi con i nostri affetti, perché dipendono da altri fattori.

Bene, quel posto non ha bisogno di convincerci con nessuna promozione, nessuna comunicazione, nessuna offerta. Se poi comunque sa anche comunicare bene allora facilita ulteriormente la nostra relazione con quel posto, e aumenta le possibilità di spesa. Ma non deve inventarsi nulla per sembrare ciò che non è.

Se vivi in un territorio che avrebbe molto da offrire ma non viene apprezzato, non preoccuparti di come convincere il pubblico a raggiungerti, ma coinvolgi i tuoi vicini, e spiega loro che potete creare insieme un posto speciale, se riuscite a mantenere salda questa intenzione e a concretizzarla nei fatti.

Allora, tutto l’Amore che investirete nel vostro territorio, insieme, vi ritornerà, anche sotto forma economica.

Però fatevi un favore: non lamentatevi più di essere in un posto dimenticato dalle istituzioni o da chissà chi. Guardatevi negli occhi, parlatevi chiaro, mettetevi insieme e rendete quel posto un posto speciale. Il resto verrà da sé.

Anche questo sito nasce così: dalla volontà di smettere di lamentarsi, dalla scelta di fare qualcosa di concreto nella direzione che desideriamo.

Speriamo davvero con tutto il cuore che questo sito e questo blog possano essere un posto speciale per te come lo sono per noi. Un luogo in grado di facilitare il cambiamento nel mondo del business, per portarlo ad un nuovo livello in cui recuperare il senso e la dignità del nostro lavoro, dove essere parte della soluzione e non del problema.

Canzone consigliata:

Coldplay – Miracles (on Spotify)
Coldplay – Miracles (on YouTube)

Condividi questo articolo